01 ottobre 2019

Serve un progetto Italia focalizzato su artigiani e imprese.



“Le imprese, e in particolare le piccole e gli artigiani, hanno bisogno di un progetto Paese condiviso in cui identificarsi ed è assolutamente necessario recuperare il bene più prezioso di una comunità che è la fiducia. La priorità è rianimare lo sviluppo. Basti pensare che se anche il Pil crescesse a ritmi dell’1% ci vorrebbero ancora tre anni solo per tornare ai livelli di reddito del 2008. Questa è la sfida che deve affrontare il governo e sulla quale lo misureremo”. Sergio Silvestrini, Segretario generale della CNA, invia un messaggio chiaro al mondo politico e delinea gli obiettivi per un cambio di rotta.

“Non vedo una visione chiara per il futuro. L’obiettivo della politica – afferma in una intervista al Quotidiano Nazionale (QN) – deve essere far uscire il Paese dalla sfiducia e dall’incertezza che sono la causa dei consumi stagnanti e del clima sfavorevole per gli investimenti”. E “aggravano le criticità strutturali del Paese. La bassa crescita, il modesto tasso di occupazione. E poi l’immenso debito pubblico, il divario territoriale Nord-Sud, l’eccessiva pressione fiscale, una burocrazia asfissiante e la scarsa dotazione infrastrutturale. Problemi affrontati parzialmente perché si è sempre commesso lo stesso errore”...(leggi la notiza completa)